FITAV - COMITATO REGIONALE LOMBARDIA


Vai ai contenuti

Campionato Italiano per Società di 2a e 3a categoria

 

Bronzo per il Tav Arlunese

I titoli tricolore al Tav Pisa e al Tav Lauretana

 

A Rimini, argento per il Tav Mattarona e bronzo

per il Poggio dei Castagni nelle Società di 5a categoria

 

Sulle Pedane dell’As Trap Concaverde di Lonato (BS) si è disputata, domenica 27 settembre, la finale nazionale del Campionato Italiano per società di Seconda e Terza categoria al quale hanno partecipato 20 Società di Seconda categoria e 23 di Terza.

Gli scudetti tricolore, sono andati rispettivamente al Tav Pisa e al Tav Lauretana, ma dobbiamo segnalare l’ottima performances del sestetto del Tav Arlunese (Santo Napoli, Graziano Piva, Antonio Scarfò, Cristina Bocca, Adolfo Conoci, Giovanni Gastaldi) che, tra i sodalizi di 2^ categoria, ha conquistato un meritato bronzo.

Sempre tra le Società di Seconda, poteva andare meglio alla formazione schierata dal Tav Mesero (Ottaviano Bovolenta, Crispino Gagliardi, Luigi Di Carlo, Carlo Polo, Paolo Bertoli, Fabio Palombi) che si è dovuto accontentare del quarto posto, dopo una prima serie incoraggiante che lasciava ben sperare per un posto al sole.

 

Nel frattempo, da Rimini, sono arrivate le notizie di un argento e un bronzo lombardo conquistato nella kermesse tricolore per Società di quinta categoria. A vincere l’argento è stato il Tav Mattarona con Zacchi Domenico

Giummara Luigi, Capuzzi Remo, Verdi Emilio, Bregoli Yuri,Calavalle Michele, R. Sogni Cesare

mentre, sul terzo gradino del podio, sono saliti gli alfieri del Tav Poggio Dei Castagni con Dario Premoli, Bruno Sabattoli, Ferruccio Ghidoni, Gianluca Foresta, Ferdinando Caim, Italo Rubinelli, R. Marco Ziglioli.

Le due formazioni lombarde, dopo le quattro serie, risultavano appaiate sul punteggio di 529/600. Eccoci dunque al barrage sui 25 piattelli, con i portacolori del Tav Mattarona che concludevano la prova con lo score di 129/150, un piattello in più di quelli fatti registrare dal Poggio dei Castagni. Per meglio comprendere come i tiratori lombardi siano andati vicinissimi al primo gradino del podio, basti pensare che il titolo tricolore è stato vinto meritatamente dal Tav Carrarese, con il punteggio di 531/600.

 

Torniamo alla gara tricolore di Lonato, che ha visto gli arluensi iniziare in salita (129/150) la loro avventura, per poi andare in crescendo nelle 3 serie successive (135;137;135) fino a far segnare uno score di 536/600 che, per 4 piattelli di differenza sui cugini del Tav Mesero, li ha proiettati sul terzo gradino del podio.

Per l’aggiudicazione del titolo italiano, i pisani (Andrea Nesti, Luca Pellegrini, Mauro Carignani, Manfredi Capone, Luca Puntoni, Angelo Facenna) sono stati costretti ai supplementari dal sestetto del Tav Castelfidardo (Yuri Bordoni, Gabriele Spinosi, Gianfranco Trombetta, Bruno Gobbi, Marco Morioni, Vito Gerbino) che, nel rusch finale li ha raggiunti a quota 543/600. E’ doveroso riconoscere agli alfieri del Tav Pisa, gli eterni secondi, di aver disputato un barrage davvero coi fiocchi con soli 10 zeri all’attivo rispetto ai 20 piattelli graziati dai loro avversari del Tav Castelfidardo.

Uno sguardo adesso ai Team di Terza categoria con i vincitori del Tav Lauretana (Giovanni Natalini, Matteo Grizi, Lorenzo Zamparini, Nicola Sbaffi, Giovanni Pierpaoli, Giuseppe Mosca) che, dopo una prima serie sostanzialmente poco fruttuosa (125/150) nelle tre serie a seguire hanno ingranato la marcia giusta, ovvero quella trionfale, con 137,140 e 134 in rapida successione. Se la memoria non ci inganna, è questo il terzo scudetto tricolore consecutivo conquistato dai marchigiani, due dei quali al Concaverde dopo quello del 2006 di Valle Aniene.

A nulla è servito il tentativo di rimonta del Tav Fano (Stefano Bracci, Matteo Mancinelli, Giuseppe Mercurio, Luca Caldarigi, Michele Petromilli Marasco, Sandro Di Tommaso) che nell’ultima serie ha recuperato 5 piattelli. Troppo pochi! Nulla da fare anche per i terzi classificati del Tav Vecio Piave (Denis Gava, Giovanni Todescato, Luciano Bonario, Alberto Korcz, Girolamo Serafini, Michele Padrin), che potevano ancora sperare in un argento prima di una quarta serie tutta in salita, ma non certo impossibile.

Prima del rompete le righe, la accattivante cerimonia di premiazione anticipata dalle parole del Consigliere nazionale Enzo Cito, che ha portato i saluti del Presidente Nazionale Luciano Rossi e dal Presidente della Federtiro lombarda Daniele Ghelfi. Entrambi si sono complimentati con le Società partecipanti quali artefici di questo successo e con lo staff tecnico dirigenziale del Concaverde che ha saputo valorizzare al meglio questo appuntamento tricolore interra lombarda.

Un plauso è andato inoltre ai Direttori di tiro coordinati da Flavio Malosio coadiuvato dal Refes Giacomo Poli.

 

Classifiche 

 

Società di Seconda categoria:

1) Tav Pisa 543/600+140;

2) Tav Castelfidardo 543+130;

3) Tav Arlunese 536.

4) Tav Mesero 532;

10) Tav S. Fruttuoso 519.

 

Società di Terza categoria:

1) Tav Lauretana 536/600;

2) Tav Fano 529;

3) Tav Vecio Piave 525.

15) Tav Bonate Sopra 507.

 

 

 

 



Torna ai contenuti | Torna al menu