FITAV - COMITATO REGIONALE LOMBARDIA


Vai ai contenuti

 

Campionato Provinciale Bresciano 2009

A Giuseppe Bresciani l’assoluto.

A Roberto Cavagnoli, Giacomo Galesi, Ivano Pognani, Elio Lonati,

Angelo Ventura, Andrea Vezzoli e Nicole Glisoni i titoli per categoria.

Federico Rosa si impone nel 5° memorial "Bruno Carella"

 

All’As. Trap  Concaverde di Lonato, si è disputato, domenica 10 maggio, il campionato provinciale bresciano 2009 della specialità fossa olimpica, che ha laureato campione assoluto il tiratore di seconda categoria Giuseppe Bresciani con il punteggio finale di 73 piattelli distrutti sui 75 lanciati.

Apprezzatissimo direttore di tiro, Bresciani, che spara da oltre 20 anni,  nel 2002 ha fatto parte della squadra del Concaverde che vinse il titolo italiano per società e, recentemente, ha conquistato il titolo Regionale invernale nella categoria Veterani.

La giornata dal sapore quasi estivo, con al via 214 tiratori, è stata caratterizzata dai punteggi molto alevati  soprattutto tra i Prima dove, per entrare nella ristretta rosa dei sei finalisti, il 47/50 non è bastato a tantissimi tiratori.

Oltre al Campionato provinciale bresciano, la “bomboniera” del Basso Garda ha ospitato in contemporanea anche la quinta edizione del memorial “Bruno Carella” , indimenticato quanto apprezzato socio del Concaverde, che ha visto salire sul gradino più alto Federico Rosa, altro pezzo da 90 del tiro a volo bresciano su cui poter sempre contare. Secondo posto per Jessica Rossi e terza moneta per Renato Ferrari.

La vittoria del titolo assoluto da parte di Giuseppe Bresciani è stata, per molti versi, una sorpresa, seppure al termine dei 50 piattelli, il suo 49 spiccava decisamente. Più credito, infatti,  si davano alle quotazioni dei Prima categoria Renato Ferrari, Domenico Zacchi e dell’Eccellenza Roberto Cavagnoli e Giacomo Buffoli.  Passiamo dunque ai 25 piattelli delle finali, inziando da quella della categoria veterani con Antonio Sulfaro, Valeriano Ometto e Nicola Martino presto in affanno. Senza macchia fino all’undicesimo lancio la gara di Lonati, con Rosa lanciatissimo, che però sbagliava il 15.mo e il 17.mo lancio, lasciando strada libera a Bresciani, che ha invece graziato il 16.mo piattello mettendo però il sigillo sul titolo più pregiato.

Avvincente la corsa al titolo per le categorie Eccellenza/Prima con Cavagnoli, Buffoli e Ferrari in perfetta parità con 72/75 dopo i 25 lanci del barrage conclusivo. Nello shoot – off, il primo a uscire di scena è stato Ferrari, seguito, il piattello successivo da Buffoli con Cavagnoli dunque libero di gustare questo titolo.

Anche tra i Seconda, si è dovuti ricorrere ai rigori dello shoot – off tra Maggiori e Galesi, appaiati sul punteggio di 72 su 75. Questa volta, Galesi, prima della certezza del titolo, ha dovuto aspettare l’errore del suo avversario sul quarto piattello e polverizzare il quinto.

Tra i Terza, Gianbattista Bassini è entrato in finale con il miglior punteggio (47/50) ma i 4 zeri accumulati nel barrage hanno cancellato presto i suoi sogni di gloria. Bene quindi Ivano Pognani, che con il punteggio di 23/25 non ha avuto rivali, dopo essersi scrollato di dosso la scomoda compagnia di un ostico Paolo Negroni.

Lasciato “libero” il posto tra i veterani da Giuseppe Bresciani, a cingersi dell’alloro provinciale è stato Elio Lonati con il punteggio  di 72/75, uno in più di Federico Rosa, ottimo terzo.

Bene, anzi benissimo, Angelo Ventura tra i Master con un perentorio 24/25, per un totale dunque di 68/75,  che non ha dato scampo a Faustino Mondini e Franco Bosini, che hanno chiuso la prova con due lunghezze di svantaggio.

Ancora due i piattelli di differenza che hanno separato il vincitore della categoria Junior Andrea Vezzoli, protagonista di un 23/25 in finale, sul terzetto formato da Andrea Battagin, Luca Zanola e Francesco Bontempi, che si sono classificati nell’ordine alle sue spalle con il punteggio finale di 65/75.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 




Torna ai contenuti | Torna al menu