FITAV - COMITATO REGIONALE LOMBARDIA


Vai ai contenuti

 

Campionato Regionale Invernale di Fossa Universale

Titolo Società per il Tav Melzo

Quelli individuali a Ferri,Platarotti, Sesana, Enrico, Vaccari, Giagnoni, Fiorio e Marchetti.

 

Bandiera a scacchi anche per Campionato Regionale Invernale di Fossa Universale che, sulle pedane del Tav Melzo, ha laureato i neo campioni Lombardi della specialità con in evidenza il titolo a squadre che è stato vinto con pieno merito dai portacolori della società meneghina che ha ospitato le due giornate di gara.

Entrambe le prove, infatti, si sono disputate al Tav Melzo ( 1 e 22 marzo) sulla distanza dei 50 piattelli per ciascuna prova con la formula a scorrere con un buon afflusso di tiratori, in particolare dei Terza,  che hanno saputo valorizzare la kermesse regalandoci emozioni e qualche sorpresa.

Per quanto concerne le società, che hanno gareggiato con squadre da 3 tiratori, la prima giornata vedeva un testa a testa tra i padroni di casa del Tav Melzo e i rappresentanti varesini del Tav Belvedere di Uboldo con i bergamaschi del Tav Bonate Sopra ad inseguire.

Tutto dunque rimandato alla seconda e ultima doppia serie con il Tav Melzo sul gradino più alto grazie al 137/150 centrato nell'occasione con al secondo posto il Tav Belvedere di Uboldo con il punteggio di 132/150. Per quanto concerne il bronzo, a salire sul terzo gradino del podio sono stati gli alfieri del Tav S. Pellegrino con il punteggio di 129/150.

Vediamo adesso cosa è successo nel contesto dei vari titoli individuali a iniziare dalla categoria Eccellenza dove, a vincere a mani basse è stato il cremonese Mauro Ferri (44+46) che difende i colori del Tav Del Fontanile.

Anche tra i Prima, abbastanza netta è apparsa la supremazia di Santo Platarotti del Tav Melzo in particolare nella seconda giornata. Platarotti, infatti, ha tenuto costante il suo rendimento (48+46), cosa che non è riuscita al suo compagno di casacca Davide Secondi che, dopo il 46/50 del primo giorno è incappato in una seconda serie da dimenticare nel rusch finale (21+18) raggiunto dal portacolori del Tav S. Pellegrino Giulio Moscheni. Nello Shoot off il colpo di scena con Secondi che dava forfait e lasciava così campo libero a Moscheni che riusciva così a conquistare il terzo posto. Ad approfittare di questa sbavatura è stato Giovanni Vescovi, altro alfiere del Tav Melzo, protagonista di una eccellente rimonta (42+47) che lo ha portato sul secondo gradino del podio.

Seconda categoria all’insegna del duello a denti stretti tra Giovanni Se sana (Tav Arlunese) e Carlo Zavattaro (Tav Il Campanile).

Una volta uscito di scena Claudio Miorelli (Tav Concaverde), che dopo la prima giornata guidava la classifica provvisoria con 53/50, ecco salire in cattedra Sesana che pareva avercela fatta senza troppi patemi dopo la prima serie da 19/25 di Zavattaro. Così non è stato, visto che Zavattaro nella seconda serie si cuciva addosso un bel 24/25 che costringeva Sesana agli straordinari con un 23/25 che, in virtù dell’esiguo margine maturato nella prima giornata, gli è valso il titolo. Un bel terzo posto tutto da sottolineare per il bergamasco Domenico Canizzaro (Tav S. Pellegrino) che dopo il doppio 19 della prima giornata che lo aveva relegato in 12.ma posizione ha sfoderato la grinta dei giorni migliori con un 21+24 che gli è valso il bronzo.

Nei Terza, perfetta parità (45/50) per Carlo Negri (Tav Melzo) e Aldo Enrico (Tav Belvedere) dopo la prima giornata con il gettonatissimo Elio Canobbio (Tav Castagni Libertas) ad inseguire a 2 piattelli di distanza.

La svolta nella seconda giornata, con il parziale forfait di Canobbio, deluso da un inatteso 18/25, e via libera al duello tra Aldo e Negri. Due piattelli in più nella prima serie hanno fatto la differenza con Aldo sul gradino più alto (22+21) e Negri (20+21) argento. Anche qui, da segnalare il terzo posto conquistato da Pierambrogio Belloni  (Tav Melzo) che è recuperare ben 6 posizioni grazie soprattutto al 24/25 sciorinato nell’ultima serie.

Costruito nella prima giornata e consolidato nella seconda, il titolo regionale Veterani di Marco Vaccari (Tav Belvedere). Vaccari, infatti, con un duplice 24/25 aveva dato un segnale forte, con Ernesto Berneri (Tav Cieli Aperti) e Carlo Polo (Tav Il Campanile) ancora in corsa.

Seconda serie della giornata conclusiva fatale per Polo mentre Berneri non riusciva ad esprimersi al meglio. Due concomitanze che lasciavano strada a Vaccari, costante nel rendimento (23+22) che metteva così al sicuro il suo meritato  titolo regionale.

Anche tra i Master, titolo ipotecato fin dalla prima giornata da Piergiovanni Giagnoni (Tav Belvedere) che nella volata finale si è espresso anche meglio lasciando a Mario Atzeni (Tav Melzo) ed Enzo Semenza (Tav Bergamo), giunti nell’ordine alle sue spalle, contendersi i restanti gradini del podio.

Agile successo di Giuliana Fiorio (Tav Bergamo) nei confronti di Giulia Bassani ( Tav Cieli Aperti) tra le lady mentre nel settore giovanile il titolo è stato vinto da Matteo Marchetti (Tav Bonate) davanti al portacolori del Tav Dossena  Daniel Barzaghi e di Matteo Vescovi, giovane promessa del Tav Melzo.

 

Campioni Regionali

Categoria Eccellenza: Mauro Ferri;

Prima: Santo Platarotti;

Seconda: Giovanni Sesana;

Terza: Aldo Enrico;

Veterani: Marco Vaccari;

Master: Piergiovanni Giagnoni;

Lady: Giuliana Fiorio;

Settore Giovanile: Matteo Marchetti.

Società: Tav Melzo.

 

 

 

 

 

 

 




Torna ai contenuti | Torna al menu