Campionato Regionale Invernale  Fossa Olimpica 2009

Il “generale inverno” protagonista in questo avvio.

La stagione agonistica 2009 è ripartita con il Campionato Regionale Invernale individuale e per società di Fossa Olimpica,  che si concluderà domenica 22 febbraio sulle pedane dell’As. Trap Concaverde di Lonato del Garda in provincia di Brescia con in palio, oltre ai titoli regionali individuali per categoria e squadre, anche i “passe” per i campionati italiani.

Il “Generale Inverno” ha caratterizzato le prime prove non lasciandosi mancare davvero nulla, a iniziare dal freddo che dire pungente è un eufemismo, con la colonnina di mercurio sempre abbondantemente al di sotto dello zero, per continuare con la neve, caduta così abbondante nella seconda prova, con oltre 50 centimetri di coltre bianca caduti nello spazio di poche ore, da far annullare la gara varesina programmata sulle pedane del Tav Belvedere di Uboldo.

Aspettando la finalissima, cominciano a delinearsi le prime leaderschip e relative candidature al successo finale, soprattutto tra le società con lanciatissimi il Tav Arlunese, il Campanile di Mesero e il Tav Belvedere nella zona Ovest mentre, in quella Est, a tirare momentaneamente la volata è il Poggio dei Castagni, con il Concaverde, il Tav Bergamo e il S. Fruttuoso quali principali antagonisti.

Tra i tiratori,  salgono le quotazioni di Maurizio Florian, Manuel Corbellini, Bruno Sabattoli Alberto De Pietri e Cristian Filippi  nelle categorie Eccellenza/ Prima. Tra i Seconda, da segnalare Riccardo Poli, Giuseppe Ghilardi, Claudio Morelli, Graziano Piva e Fabio Palombi, mentre tra i Terza categoria, nelle zone alte troviamo Carlo Tartaglia, Michele Misenti, Maurizio Moioli e Giacomo Segala. Tra le Lady, la papabile più in forma al momento rimane l’iridata alle Universiadi 2008 Marina Moioli, tallonata dappresso da Cristina Bocca, Daniela Mazzocchi e Franca Rota, tutte candidate al podio.

Giochi comunque ancora apertissimi, seppure un dato è fin da ora certo: il successo di partecipazione da parte dei tiratori lombardi nonostante un meteo da brividi.