FITAV - COMITATO REGIONALE LOMBARDIA


Vai ai contenuti

 

Al trittico del trofeo “Ludovico Chitò” brillano

Renato Ferrari, Simone Doi e Pasquale Gabbiadini


Da un decennio, il trofeo “Ludovico Chitò” che si è concluso domenica scorsa, nato per ricordare il creatore del centro mantovano del S. Fruttuoso di Castel Goffredo in provincia di Mantova, si è fatto in tre.

In memoria del “presidentissimo” si disputano infatti, in date diverse, gare alla Fossa Olimpica (dal 1990), al Trap e al Percorso di Caccia in pedana (dal 1998) con in palio altrettanti trofei.

Ventunesima partecipata edizione, dunque, per il Trap e il “Double” che hanno visto primeggiare rispettivamente Renato Ferrari, Simone Doi e per il Compak, dove a salire sul gradino più alto è stato Pasquale Gabbiadini.

Si va ad iniziare dalla Fossa Olimpica con i primi 50 piattelli a precedere il barrage che conta sui 25 lanci con alla consolle i fratelli, Fausto, Laura e Roberto Chitò,

Unico 50/50 quello del Seconda categoria dei Top Ten di Montichiari (BS) Marino Pesci, che balza così al primo posto assoluto dopo i tempi regolamentari.

Prima del barrage con in pedana i migliori 2 tiratori di Prima, Seconda e Terza, le classifiche di categoria con sul podio Renato Ferrari (San Fruttuso) 46/50; Cristian Filippi (Valle Duppo Lodrino BS) 46 e Roberto Cavagnoli (Poggio dei Castagni – Vobarno BS) 46.

Tra i Seconda, gradino più alto per Lorenzo Lorenzi ( Trap Concaverde- Lonato BS) 48/50; Giovanni Comincini (Mattarona – Rivarolo MN) 48 , Alberto Garosio (San Fruttuoso) 47. Per quanto concerne i Terza, successo di giornata per Giordano Maccarinelli (Bettolino – Trenzano BS) 47, seguito da Marco Zilioli (Poggio dei Castagni) 46 e dal giovane Luca Zanola (Cas Concaverde) 44. Altro giovane che già indossa la maglia della nazionale sul gradino più alto degli Junior con Alessadro Chianese (Marina Militare) ha chiuso con lo score di 42/50 mentre nella classifica Veterani / Master e tra le Lady a primeggiare sono stati rispettivamente Armando Cremaschi (Concaverde) 42/50 e Marina Moioli ( Polizie Locali) 36/50.

Renato Ferrari, Cristian Filippi, Emanuele Menossi, Giordano Maccarinelli, Giovanni Comincini e Marino Pesci, questi i finalisti con Ferrari praticamente perfetto con quel suo 25/25 che lo porta ad aggiudicarsi così il trofeo “Lodovico Chitò” della Fossa Olimpica.

Passiamo alle 3 serie di 15 doppietti con barrage finale sui 50 piattelli del Double Trap, dove tra i protagonisti ritroviamo Lorenzo Lorenzi che si è guadagnato un posto in finale dopo il 66/100 delle 3 serie iniziali, unitamente all'azzurro di Lodi Simone Doi (marina Militare) 76, Diego Megale (Belvedere – Uboldo-VA) 68, Jacopo Trevisan (Shooting Team Scaligero) 73 e Giovanni Baroni (San Fruttuoso) con 76.

Ad aggiudicarsi il trofeo “Lodovico Chitò” del Double è stato l'eccellenza Simone Doi con il punteggio di 46/50.

Ultimo appuntamento del trittico mantovano, quello al Percorso di Caccia con 75 piattelli ad anticipare i 25 del barrage che conta con oltre 80 tiratori al via. Dopo i tempi regolamentari, a primeggiare in cima alla classifica generale è stato il portacolori del San Fruttuoso Massimo Bignotti, vincitore lo scorso anno, con un eccellente 72/75 seguito da Riccardo Pizzini ( Tav Cieli Aperti-BG) con 70, entrambi tiratori di Terza categoria e dall'Eccellenza del Tav Bergamo Pasquale Gabbiadini a quota 69.

Oltre a loro, a guadagnarsi un posto nel barrage finale sui 25 lanci, sono stati i Seconda categoria Marco Scaglianti (Tav Molinella -BO), Nicola Faccini (Trap Concaverde-BS) e il Terza categoria Mauro Tozzi, che difende i colori delle Rondinelle azzurre di Lonato del Garda (BS).

Senza erroti fino al 20° lancio la prova di Gabbiadini che pone così una seria ipoteca mentre costellate di zeri fin della prime battute quelle di Tozzi e Faccini.

8; 3) Graziano Giannerini 170.

Lady: 1) Giulia Pintor 172/200; 2) Sabrina Panzeri 169; 3) Erica Profumo 167.

Junior: 1) Andrea Marcinnò 162/200; 2) Matteo Vescovi 144; 3) Massimiliano Ollio 127.

 

 

 

 

 

 

 

 

 




Torna ai contenuti | Torna al menu