FITAV - COMITATO REGIONALE LOMBARDIA


Vai ai contenuti

 

Grand Europa Perazzi 2010

Bernasconi superstar al Grand Europa Perazzi.

Punteggio stratosferico per il ritorno di un grande campione.


Lonato del Garda (BS) – Si è concluso domenica 19 luglio, sulle pedane del Trap Concaverde di Lonato, il Grand Europa Perazzi, la più importante gara a livello internazionale di tiro a volo alla Fossa Olimpica, con oltre 500 tiratori al via, che ha visto trionfare il campione europeo del 2002 del “Double” Emanuele Bernasconi.

Il tiratore romano ha letteralmente dominato la 3 giorni griffata “Perazzi” giunta alla 12.ma edizione con risultati da capogiro in ogni giornata di gara stracciando numerosi e blasonati campioni della specialità, sia italiani che stranieri.

L'atleta della Forestale, che ricordiamo già iridato a squadre oltre che, come già detto Campione europeo proprio a Lonato nel 2002 nella specialità del Double Trap, ha di fatto aperto un nuovo capitolo della sua storia sportiva che, dopo una prolungata assenza a grandi livelli, potrebbe rilanciarne le quotazioni in vista dei “Giochi” del 2012.

La sua, è stata davvero un'impresa che ha stupito tutti, e non solo perchè ha vinto sia il Grand Europa Perazzi che la Coppa Famiglia Perazzi, i 2 trofei più ambiti, ma per come ha raggiunto questo risultato.

Dopo le due prime giornate, Bernasconi aveva già di fatto eguagliato, con 149/150, il record mondiale della specialità e nel corso degli ultimi 50 piattelli dei “tempi regolamentari” ha realizzato un 49/50 d'autore.

Ma non finisce qui, perchè dopo altri 25 lanci del barrage della Coppa Famiglia Perazzi ha fatto segnare ancora un 25/25. Non pago, anche nel barrage del Grand Europa Perazzi ha totalizzato un 24/25, sbagliando il 20.mo lancio.

Insomma: un grande campione di un recente passato è tornato.

Dopo alcune amarezze e un incidente stradale senza colpa che lo ha visto rischiare la vita a Roma mentre si recava al Grand World Perazzi, Bernasconi ha adesso la possibilità di rientrare tra gli azzurri capitanati dal c.t. Albano Pera che era presente alle finali di questa edizione di un Grand Europa Perazzi da brividi nonotante il caldo asfissiante registrato sopratutto nelle prime due giornate. Bravi, anzi bravissimi i 30 Direttori di Gara coordinati da Nicola Martino, così come impeccabile è stato l'operato della staff tecnico dirigenziale del Trap Concaverde, unico centro al mondo dove, una manifestazione di tal fatta può essere portata a termine con successo.

Per la cronaca, è giusto dar spazio anche agli altri protagonisti di queste vibranti finali.

A battersi per il Grand Europa Perazzi, oltre a Bernasconi, sono stati l'irlandese Derek Burnett (23/25), l'azzurro Rodolfo Viganò (23/25), lo slovacco Marian Kovacocy (24/25), l'inglese Jean Peel (25/25) e Luigi Viscovo che ha chiuso con un eccellente 24/25. Per quanto concerne la Coppa Famiglia Perazzi, a tentare di arginare un Bernasconi superstar, ci hanno provato Mario De Donato (23/25), Derek Burnett (25/25), l'azzurro Rodolfo Viganò (25/25), Marian Covacocy (25/25) e Jean Peel che ha chiuso con lo score di 24/25. Per capire meglio a che livelli si stia parlando, basti pensare che il peggior punteggio valido per l'accesso alle finali è stato di 190/200.

Folta cornice di pubblico dietro le pedane del Concaverde nel corso di tutti i barrage e non solo per quelli più blasonati.

Di notevole spessore si è rivelata anche la finale degli Eccellenza dove l'azzurro Rodolfo Viganò, vincitore lo scorso anno della Coppa Famiglia Perazzi, ha vinto con un impeccabile 25/25, aggiudicandosi uno dei 4 fucili MX8 appositamente creati per questo evento e quindi pezzi unici sul mercato alla guisa di vere e proprie opere d'arte con intarsi in oro zecchino. Tra i Prima categoria, successo di Marco Panizza (25/25), altro atleta che ha vestito la maglia azzurra.

Nel barrage dei Seconda categoria, ha vincere è stato Gianluca Foresta (24/25) mentre tra i Terza, gradino più alto del podio per Marco Clerici con 25/25.

Si chiude così questo Grand Europa Perazzi che ha lasciato sicuramente il segno e che, vista anche la folta partecipazione di atleti sia europei che d'oltre oceano, l'anno prossimo potrebbe diventare il Grand Mondiale Perazzi.

E' una ipotesi questa che potrebbe diventare realtà vista anche la corposa presenza di tiratori d'oltre oceano che si sono sommati alla folta pattuglia italiana proveniente da tutto lo Stivale, alla trentina di Slovacchi, ai Danesi, gli irlandesi, i rappresentanti della Repubblica Ceka, i belgi, i francesi, gli spagnoli e via discorrendo.
L'anno prossimo, questo è certo, si replica con la stessa formula sui tre giorni e 200 piattelli per questo appuntamento unico quanto prestigioso a livello planetario.

 


Classifiche

Grand Europa Perazzi: 1) Emanuele Bernasconi; 2) Jean Peel; 3) Marian Kovacocy.

Trofeo Famiglia Perazzi: 1) Emanuele Bernasconi; 2) Rodolfo Viganò; 3) Marian Covacocy.

Eccellenza: 1) Rodolfo Viganò; 2) Marian Covacocy; 3) Luigi Viscovo.

Prima: 1) Marco Panizza; 2) Sunter Fontanili; 3) Leonello Cappa.

Seconda: 1) Gian Luca Foresta; 2) Mariano Zanonato; 3) Roberto Parodi.

Terza: 1) Marco Clerici; 2) Ugo Caldera; 3) Giorgio Fazzari.

Sorteggiati: 1) Massimo Nanni; 2) Eduardo Brdoya; 3) Angelo Musocco; 4) Bruno Lanteri; 5) Spartaco Battista; 6) Leonardo Nanci; 7) Gianbattista Bassini; 8) Amilcare Bertoldi; 9) Valentino Coccoli; 10) Lucio Cancellieri; 11) Andrea Gazzotti; 12) Cristian Breda; 13) Quinto Tidei; 14) Luigi Beatini; 15) Angelo Dalceri; 16) Carlo Trotta.

 

 

 

 

 

 




Torna ai contenuti | Torna al menu