FITAV - COMITATO REGIONALE LOMBARDIA


Vai ai contenuti

 

Campionato bergamasco 2010 di Trap:

Bertazzoli, Panzeri, Ravasio, Villa, Lombardini,

Fiorio e Pesenti i neo Campioni provinciali.

Bilancio più che positivo per il Campionato provinciale bergamasco, con oltre 100 tiratori che si sono confrontati nel corso delle 5 prove con alla consolle il delegato Stefano Milesi quale regista del riuscito appuntamento.

Tav Bergamo, Tav Lovere, Tav Bonate, Tav Dossena e il Tav Cieli Aperti di Cologno al Serio, questi i centri coinvolti in questo circuito provinciale bergamasco articolato su altrettante prove, tutte sulla distanza dei 50 piattelli, con la possibilità di scartare la prova meno performante e con la preziosa collaborazione della Beretta e della Bornaghi.

A conquistare i titoli provinciali in palio sono stati: Bruno Bertazzoli (Prima), Alberto Panzeri (Seconda), Aurelio Ravasio (Terza), Giuseppe Villa (Veterani), Aldo Lombardini (Master), Giuliana Fiorio (Lady) e Antonio Pesenti per la qualifica Disabili Fisici.

Incerte fino all'ultimo lancio le classifiche di alcune categorie come tra i Prima dove Bruno Bertazzoli del Tav Bergamo è riuscito per un piattello a cingersi dell'alloro provinciale ai danni di un coriaceo Graziano che difende i colori del Tav Cieli Aperti. Lotta, questa, che ha visto protagonista anche Walter Carminati, altro esponente del sodalizio di Cologno al Serio presieduto la Renato Lamera che è stato il tiratore a far segnare il parziale più alto grazie al 49/50 totalizzato nella seconda prova del circuito al Tav Lovere. Poteva decisamente inserirsi nella lotta per il gradino più alto ma il 42/50 della penultima prova ha condizionato la sua corsa. Carminati, scartando un 39/50, si è così dovuto accontentare del terzo posto.

Tutto firmato Tav Bonate il podio dei Seconda categoria con la strameritata vittoria di Alberto Panzeri, che aveva fin dall'inizio dato ad intendere di meritarsi questo oro con due 48/50 nelle gare di apertura e un 47 a seguire. Nell'ultima prova, Panzeri si è limitato a gestire il margine di vantaggio accumulato nei confronti dei suoi più immediati inseguitori, cosa che non gli ha impedito di realizzare il miglior risultato in assoluto di tutto il Campionato con 187/200.

A cercare il colpaccio, peraltro difficilmente attuabile a quel punto, è stato il suo compagno di colori Marco Farina, che per inciso ha scartato una prova con 43/50, chiamato a realizzare un 50/50 nella gara di chiusura per raggiungere Panzeri. Il suo 45/50, non è dunque bastato per l'oro ma gli è comunque valso uno scintillante argento. Troppo staccato dai due Elio Boschini che si è limitato dunque a gestire un terzo posto che gli rende merito.

Ma i riflettori erano puntati soprattutto sui Terza categoria, la più affollata con una nutrita schiera di pretendenti a rendere questo Campionato ancor più brioso e spumeggiante. Sarebbero davvero in tanti i tiratori da elogiare per la loro serietà sportiva e questa sana rivalità sportiva che li ha visti grandi protagonisti, ma la cronaca ci impone di dar spazio al vincitore Aurelio Ravasio, alfiere del Tav Cieli Aperti. Un titolo, il suo, non certo facile visto che a contendergli la palma del migliore ci hanno provato in tanti fino al rusch conclusivo. Solo 2 lunghezze, alla fine, hanno seprato Ravasio dal secondo classificato Antonino Pappalardo (Tav Bonate) che, a sua volta, è stato costretto a sfoderare tutta la sua grinta per avere la meglio su Stefano Cavagna (Tav S. Pellegrino) che lo ha letteralmente messo alla corda. Per Cavagna, un terzo posto con il minimo scarto da un' altro protagonista di questa volata, ovvero il rappresentante del Tav Cieli Aperti Luciano Bono, rimasto giù dal podio per un piattello, quello o quelli, visto il suo score, che poteva distruggere in più proprio nella gara conclusiva. Insomma: un podio mancato ma un ruolo da primattore garantito.

Sicuramente con meno patemi ha conquistato il titolo provinciale Veterani Giuseppe Villa del Tav Bonate, anche se l'impegno e la voglia di vincere la medaglia più pesante non sono mai mancate, come dimostra il 48/50 della finale.

Decisamente più incerta e vibrante la lotta per i restanti gradini del podio con un terzetto particolarmente motivato.

Luigi Marchetti (Tav Bergamo), Angelo Belotti (Tav Cieli Aperti) e Angelo Rota (Tav Seriate) si sono infatti contesi l'argento e il bronzo fin sul filo di lana. Forse un pizzico di tensione, ha giocato un brutto scherzo a Rota che, con quel 40/50 nel finale ha gettato alle ortiche una medaglia.

Rrore che non hanno commesso Marchetti (45/50) e Belotti (46/50), classificatisi nell'ordine dietro a Villa, rispettivamente al secondo e terzo posto.

Chi invece è stato costantemente sulla graticola lo troviamo tra i Master che ha fatto registrare l'en plein sul podio di un terzetto tutto griffato Tav Seriate.

Sofferta quanto voluta vittoria di Aldo Lombardini che ha sentito il fiato sul collo del compagno di casacca, il gettonatissimo Piero Burnelli, fino all'ultimo piattello.

Alla fine, Lombardini è riuscito a tagliare per primo il traguardo in questa volata al fotofinisch. Terzo posto per Roberto Vavassori, altro tiratore dato tra i papabili fin dalla vigilia.

Chiudiamo con le lady, dove a vincere senza troppi patemi è stata la portacolori del Tav Seriate Giuliana Fiorio seguita da Giulia Bassani (Cieli Aperti), mentre a laurearsi Campione provinciale bergamasco tra i D.F. È stato Antonio Pesenti (Cieli Aperti). Da segnalare la doppietta messa a segno dal Tav Lovere con il secondo posto di Dario Torri e il bronzo di Omar Radaelli.

 

 

Classifiche Campionato provinciale bergamasco 2010

 

Prima: 1) Bruno Bertazzoli 185/200; 2) Graziano Frassini 184; 3) Walter Carminati 182.

Seconda: 1) Alberto Panzeri 187/200; 2) Marco Farina 182; 3) Elio Boschini 176.

Terza: 1) Aurelio Ravasio 183/200; 2) Antonino Pappalardo 181; 3) Stefano Cavagna 180.

Veterani: 1) Giuseppe Villa 185/200; 2) Luigi Marchetti 178; 3) Angelo Belotti 176.

Master: 1) Aldo Lombardini 167/200; 2) Piero Burnelli 166; 3) Roberto Vavassori 160.

D.F. : 1) Antonio Pesenti 156/200; 2) Dario Torri 121; 3) Omar Radaelli 116.

Lady: 1) Giuliana Fiorio 145/200; 2) Giulia Bassani 132.

 

 

 

 

 




Torna ai contenuti | Torna al menu