FITAV - COMITATO REGIONALE LOMBARDIA


Vai ai contenuti

 

Qualificazioni regionali di Società: un successo annunciato.

Alla Concaverde il gradino più alto. Arluno e Belvedere sul podio.

Titoli regionali di categoria per Platarotti, Cavagnoli, Miotto e Bocca.

 

Bilancio davvero lusinghiero per la grande festa annuale che coinvolge le società lombarde impegnate nella qualificazione per la finale tricolore delle società e per i titoli regionali individuali delle categorie Eccellenza, Prima e le qualifiche Lady e Junior.

A dare la caccia ai “passe” per i sodalizi si sono presentati sulle pedane del Concaverde di Lonato del Garda (BS) 19 società e ben 452 tiratori.

Una domenica, quella del 30 maggio, che ancora una volta ha visto coinvolte intere famiglie che, in fondo, sono state le vere protagoniste di questo appuntamento dai risvolti sociali particolarmente vivi e sentiti.

Ma la gara c'e' stata eccome, con continui cambiamenti di fronte nel corso dei 75 piattelli in programma che hanno reso il tutto particolarmente frizzante. Solo nel rusch finale, ecco delinearsi la griglia dei club favoriti a disputarsi i gradini del podio con spiccioli di piattelli a fare la diffrenza.

Al termine, con 423/450 a garantirsi il successo pieno è stata la società padrona di casa grazie a Diego Bolis (72/75), Alessandro Piccinotti (72), Valentino Coccoli (71), Mauro Bana (70), Luciano Minelli (69) e Roberto Armani, che ha chiuso anche lui la prova a quota 69.

Accesa ed emotivamente alquanto appassionante il duello per i restanti gradini del podio tra il Tav Arluno, il Tav Belvedere, il Tav Bonate e i Tav Mesero e Poggio dei Castagni.

Una vera e propria volata al fotofinich, la loro, che ha visto prevalere i portacolori del Tav Arluno (415/450) con Santo Napoli (70/75), Luciano Triggiani (70), Giandomenico Mazzei (69), Marco Del Picco (69), Paolo Tamborini (69) e Giuliano Ferrari con 68/75. 

A conquistare il bronzo sono stati gli alfieri del Tav Belvedere di Uboldo (412/450) grazie a Roberto Crippa (70/75), Giancarlo Rubecca (70), Marco Zani (70), Vincenzo Cetrangolo (68), Gianfranco Mosca (68) e Fernando Bulgheroni con 68/75.

Passiamo ai titoli regionali individuali a iniziare dai Prima categoria dove non sono bastati i “tempi regolamentari”. Roberto Cavagnoli, Marco Micheli e Cristian Filippi, dopo la perfetta parità con 72/75, si sono contesi l'alloro regionale nello shoot – off. Primo a sbagliare, dopo un lancio, Filippi emulato al quinto piattello da Marco Micheli mentre frantumava il sesto Roberto Cavagnoli assicurandosi così il gradino più alto.

Tutto più lineare nell'Eccellenza con Santo Platarotti primo con pieno merito grazie a un bel 72/75 seguito da Marco Zani (70) e un coriaceo Franco Negrini che ha chiuso con lo score di 69/75.

Altro momento caldo, è stato il confronto tra gli Junior dove, a prevalere con il minimo scarto è stato Andrea Miotto, che ultimamente è davvero in gran forma, con il punteggio di 65/75. Alle sue spalle si è accesa la bagarre tra Francesco Del Bon, Omar Pirola e Alberto Bassi, tutti con 64/75. Nello Shoot – Off, a regolare il terzetto è stato del Bon con + 3, seguito da Pirola con + 2 e Bassi con + 1 e dunque fuori dal podio.

Cristina Bocca superstar tra le Lady dove ha dominato vincendo il suo ennesimo titolo con 63/75. A tentare di stargli al fianco, ci hanno provato Sabrina Panzeri, giunta seconda con 58/75 e Rachele Amighetti, terza con 51/75.

Ma nell'aria, anche e soprattutto nel corso delle premiazioni, si respirava ancora quello spirito quasi goliardico che ha attorniato e coinvolto anche quanti badavano con attenzione al risultato agonistico. E' stata davvero la grande festa riuscita dei tiratori lombardi e, soprattutto, delle loro famiglie. Davvero grazie per averci fatto vivere momenti così intensamente spontanei, che lasciano trasparire il vero spirito che ci accomuna tutti in questa nostra bella disciplina sportiva.

 

 

 

 




Torna ai contenuti | Torna al menu