FITAV - COMITATO REGIONALE LOMBARDIA


Vai ai contenuti

 

                        Il Presidente della Fitav Luciano Rossi a Desenzano

Desenzano Del Garda (BS) – Dopo le “prove di diplomazia del piattello” dell'agosto 2009 a Massa Martana (PG), in occasione del 1° Memorial Nando Rossi tra l' Italia e l' Iran, dalle intenzioni si passa ai fatti.

Il Presidente della Federtiro italiana Luciano Rossi, fautore del primo incontro fra le due nazionali, dove peraltro i tiratori Ali Hafezi e Moslem Mirmohammadi fecero assai bene, ha incontrato il Presidente della Federazione iraniana di Tiro a Volo Seyed Mahdi Hashemi.

Dall' incontro,avvenuto domenica 11 aprile presso un noto Hotel della cittadina gardesana, sono emersi chiari quanto decisi segnali, da entrambe le parti, di una cooperazione che potrebbe interessare anche altre discipline sportive oltre al Tiro a Volo.

Luciano Rossi, dunque, come ambasciatore di nuovi scenari con Sayed Mahdi Hashemi, che in passato fu anche ministro degli Interni nel suo Paese, quale interlocutore privilegiato.

Benvenuto ad una Federazione amica – così ha esordito Rossi nell'accogliere il suo pari grado iraniano- per continuare questo percorso di amicizia, convinto come sono che lo Sport possa fornire a entrambi grandi opportunità”.

Dopo aver ricordato il successo, anche mediatico del precedente incontro, Rossi ha sottolineato come:” questo incontro segnerà una pagina storica dove, entrambi, saremo chiamati a dar credito a queste iniziative in campo internazionale, lieto di trasferire la nostra cultura del Tiro a Volo ai vostri giovani atleti, che mi auspico di poter vedere presto sui gradini dei podi più importanti”.

Chissà, forse questo desiderio del Presidente Rossi potrebbe avverarsi presto, magari nel corso della quarta prova di Coppa del Mondo delle specialità olimpiche in calendario a Lonato del Garda (BS) dal 7 al 16 giugno dove già figurano tra gli iscritti alcuni tiratori iraniani.

Nel suo intervento, il Presidente della Federtiro iraniana Sayed Mahdi Hashemi, nel ringraziare Rossi ha posto l'accento sulla valenza di questo incontro per entrambe i popoli e per lo sport nella sua completezza. “Apprezzo il vostro impegno e sono certo che con lo sport quale viatico per eccellenza, sapremo fare insieme grandi cose”.

Il Presidente Hashemi, si è poi soffermato su alcuni particolari che già accomunano i due Paesi, a iniziare dai colori delle rispettive bandiere.

Stiamo iniziando oggi- ha concluso il Presidente Hashemi- un lavoro davvero grande nel quale credo fermamente e mi applicherò con dedizione, certo dei vantaggi e, sopratutto, dei valori che questo progetto di stretta collaborazione in nome dello Sport saprà regalare a entrambi “.

A suggellare questo altro passo in avanti tra le due Federazioni, lo scambio di doni e la forte stretta di mano conclusiva tra Luciano Rossi e Seyed Mahdi Hashemi, con il fondato auspicio di ritrovarsi presto, magari in terra questa volta iraniana, per continuare a costruire, mattone dopo mattone, questa casa dai valori sportivi pregnanti e condivisi.

 

 

 

 

 

 

 




Torna ai contenuti | Torna al menu